Aperitivi Culturali

Perché organizzare un aperitivo culturale?

Perché, se come noi, ami la cultura (e il buon vino) ma sei stanco delle vecchie modalità barbose di proporla, insieme possiamo organizzare un evento moderno, dinamico, coinvolgente e fatto su misura. Basterà semplicemente condividere con noi l’argomento di vostro interesse e noi sapremo creare un personalizzato viaggio onirico tra parole e note musicali.

A chi è rivolto?

Caffé culturali, bar, associazioni, gallerie d’arte e (perché no?) privati cittadini amanti della cultura che vogliono movimentare una festa, un evento speciale o un compleanno. Noi vi chiediamo unicamente di creare un’atmosfera rispettosa e di partecipato silenzio, come se foste in presenza di un’opera teatrale.

Come si svolge?

Sono brevi performance, in cui verranno tracciati percorsi tematici attraverso i vari e numerosi volti del sapere umano. Il pubblico sarà gradualmente coinvolto nella narrazione grazie alla lettura di brevi passi letterari, l’ausilio di supporti multimediali e musica di qualità, per un’interattività spiccata ma non invasiva.

Quanto costa?

Molto poco…

250 euro la versione smart (durata 30/40 minuti), con un lettore accompagnato da una flautista.

500 euro la versione estesa (durata dall’ora in su), con un lettore, supporti visivi e l’utilizzo di diversi strumenti musicali.

Alla scoperta di Van Gogh

Galleria Delizia Estense Belriguardo

Biografia Dario Gigli

Sono nato a Taranto il 3 agosto del 1983. Nel 2006 conseguo la laurea in Lettere moderne ad indirizzo storico-geografico, con una tesi in storia greca antica (I greci nel Salento), presso l’Università degli studi di Ferrara.
Nel 2004 pubblico il mio primo romanzo storico Taras (Este Edition, Ferrara), ambientato a Taranto durante la guerra tra la città magnogreca e Roma. Nel 2006 pubblico il romanzo L’eco del mare (Este edition, Ferrara), ambientato sempre a Taranto (con incursioni però nelle campagne ferraresi), ma questa volta in piena seconda guerra mondiale.
Sempre nel 2006 vengo segnalato da Roberto Guerra ne La città lunare tra i migliori cento artisti di Ferrara. Sia nel 2007 che nel 2008 vengo segnalato, nella classifica stilata annualmente dal quotidiano La nuova Ferrara, tra i personaggi ferraresi dell’anno.
Nel 2010 pubblico il romanzo storico Il regno di pietra (La riflessione, Cagliari), un viaggio tra Iliade, Odissea ed Eneide. Il regno di pietra riceve un Diploma di riconoscimento letterario alla 25ª edizione del Premio Internazionale di letteratura “PHINTIA” 2011 (Licata –AG). A partire dal 2011 elaboro e conduco, in diversi locali di Trento e Ferrara, il ciclo degli Aperitivi culturali, che ottengono un buon riscontro di pubblico. Nel 2012, il mio nuovo romanzo Il vento di Dio (La riflessione, Cagliari) viene selezionato come miglior opera per la Regione Trentino Alto Adige-Trento e partecipa alla finale nazionale del Premio letterario RAI “La giara”. Nel 2014 pubblico in autoproduzione il romanzo storico La legione del Drago, incentrato sulla figura di San Giorgio, che mi porta a collaborare con numerosi comuni italiani, che hanno nel Santo il loro Patrono, organizzando e conducendo presentazioni del volume.
A partire dal 2016 inizio a collaborare con diversi aspiranti scrittori, che seguirò professionalmente come Writing coach, guidandoli alla pubblicazione dei loro romanzi. Nel 2018 partecipo con un racconto alla seconda edizione del progetto Tazze con le corna, in collaborazione con il Gruppo Archeologico di Bondeno.
Nel 2019 pubblico il mio primo romanzo contemporaneo La fabbrica di plastica (Ali&No editrice, Perugia), che ottiene un Diploma d’onore alla 13ª edizione del Premio Letterario Nazionale Giovane Holden e viene invitato al Salone del libro di Torino nel padiglione della regione Umbria. Sempre nel 2019 elaboro e conduco il mio primo corso di scrittura creativa “Dal racconto breve al romanzo” in collaborazione con la casa editrice La Carmelina.
E’ anche del 2019 il racconto breve Sangue e Terra. Tito Giulio Urbano (La Carmelina editore) nuovamente in collaborazione con il Gruppo archeologico di Bondeno. Nel settembre del 2019 vengo scelto come giurato della prima edizione del Premio Letterario Nazionale Clara Sereni. Del maggio 2020 l’uscita del libro Kaos, storie e pensieri in libertà (Ali&No editrice), raccolta di autori vari a cui contribuisco con il racconto
Un artista non è mai povero.